Tirare un rovescio o porre un problema?

Condivido l’importanza, in termini di ispirazione operativa dei grandi sport di squadra, adoro rugby e Basket prendo atto della mancanza di valori del calcio, anche se le capacita’ gestionali di un Mou o di Guardiola sono considerevoli.

In un contesto tutto team voglio aprire un capitolo su lo sport individuale per eccellenza, il tennis, dopo 10 anni di golf, fiato corto e pancia aumentata il caso ha voluto che quest’estate tornassi all’antico amore, il tennis.

Ho incontrato Paolo Gabriel it.linkedin.com/pub/paolo-gabriel/a1/798/bb8

un istruttore che invece di parlami di dritti e rovesci mi ma parlato di risolvere o generare “problemi”, di individuare sensazioni e definire obiettivi e come raggiungerli.

Chi di voi non e’ passato da un coach sentendo le stesse cose?

Bene, risolvere un problema con una racchetta richiede concentrazione, preparazione e capacita’ di mettere in pratica il tutto nel famoso 16mo di secondo che permette al nostro cervello di formarsi un idea…

come cita Franco Fantuzzi in “Eccelenza competitiva e distintiva)

La gamba e’ migliorata, la pancia si sta riducendo, ma il risultato atteso e’ in testa, risolvere o generare un problema sapendo dove si vuole arrivare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...